SIHRENITRU Prenotazioni Ricevete le notizie via e-mail Info
SULL'HOTEL
OFFERTA
balneoterapia
fisioterapia
sistemazione
ottima cucina con alimentazione dietetica
piscina con acqua minerale termale
PREZZI
L'ACQUA MINERALE
Donat Mg
LA TRADIZIONE A ROGAŠKA SLATINA

Piscina con acqua minerale termale

Analisi balneo–chimica: Sodio, idrogeno, carbonato, solfato, cloruro, termominerale ipertermo (Istituto per la tutela della salute, Istituto per la tutela dell'ambiente Maribor) contiene: Cationi: (mg/l) sodio 1.700, potassio 42, calcio 28, magnesio 7, silicio 44,2, litio 0,38 e inoltre tracce di bario e di stronzio. Anioni: (mg/l) idrogeno carbonato 2.100, solfato 1.430, cloruro 490, fluoruro 9,9, bromuro 2,1, ioduro 0,44.

Il contenuto di cloruro di sodio (sale da cucina) conferisce all'acqua il sapore salato: in caso di ingestione non e nocivo.

In base agli studi ed alla letteratura tecnica su questo tipo di acque (prim. prof. dott. spec. Janez Krašovec, dott. in med., balneologo) l'utilizzo balneologico dell'acqua termale e raccomandato nei seguenti casi:

  • disturbi degenerativi cronici della spina dorsale, degli arti e delle articolazioni
  • dolori della zona vertebrale, rigidita delle articolazioni, nevralgie,
  • artrosi, spondiloartrosi, spondilite anchilosante (Mb Bechterew),
  • stati di convalescenza in seguito ad incidenti e operazioni sulle parti motorie, disturbi alle articolazioni in seguito a stati fisici di inerzia,
  • mantenimento e prolungamento delle attivita riabilitative dopo le cure mediche preliminari,
  • distrofie dei riflessi, rilassamento dei muscoli in seguito ad inattivita,
  • prevenzione dell'osteoporosi, esecuzione di esercizi programmati in piscina,
  • vasche rigeneranti e ricostituenti, di ricreazione nelle zone dedicate a programmi di benessere e fitness
  • massaggi subacquei.


Si consiglia di porre particolare attenzione in caso di prolungata permanenza in piscina ovvero di osservare le controindicazioni in caso di aumento della pressione sanguigna, ove si soffra di disturbi cardiaci o aritmie, scompensi del muscolo cardiaco, del fegato, dei reni, in persone soggette a acidosi diabetica, infiammazioni vascolari recenti, ferite aperte, nel caso di soggetti epilettici, alla spossatezza fisica e degli stati febbrili acuti oltre che disturbi nevrotici acuti con sintomatologie fisiche e in caso di gravidanza.